[Vai al contenuto] | [Home page] |

Regolamento d'Istituto

Il regolamento d'Istituto approvato  dal  Consiglio di Istituto contiene  e sintetizza tutti i Regolamenti interni che sono stati elaborati ed approvati nel corso degli anni precedenti .regolamento d'istituto



Di seguito sono enunciati alcuni dei principi in esso contenuti.

  • Principi generali e finalità
    L’Istituto, con l’apporto delle competenze professionali del personale e con la collaborazione ed il concorso delle famiglie, delle istituzioni e della società civile, promuove lo sviluppo armonico della personalità degli studenti, componente primaria e oggetto del processo educativo. Docenti e non docenti devono offrire modelli idonei di comportamento nel rispetto dei principi di libertà e democrazia sanciti dalla Costituzione.

  • Norme generali di comportamento
    a) Gli studenti sono parte attiva e responsabile della istituzione scolastica intesa come comunità di dialogo, di ricerca, di esperienza sociale. Essi concorrono insieme al Dirigente scolastico, ai docenti, al personale ad elaborare ed attuare il progetto didattico-educativo dell’istituto, interagendo con la comunità civile e sociale, secondo i principi della scuola dell’autonomia.
    b) La comunità scolastica, nel promuovere l’offerta formativa, coinvolge gli studenti, quali soggetti della stessa, nelle scelte di loro competenza riguardo ai temi di programmazione e di definizione degli obiettivi didattici, di organizzazione dell’istituto, di criteri di valutazione, di scelta di libri e di materiale didattico.
    c) Gli studenti scelgono autonomamente le attività curriculari integrative e le attività aggiuntive facoltative che l’istituto offre attraverso l’impegno progettuale della dirigenza, dei docenti e del personale tutto.
    d) Gli studenti hanno diritto ad un’istruzione qualificata e qualificante e concorrono al raggiungimento di tale obiettivo attraverso una partecipazione responsabile e fattiva alle scelte formative, culturali e professionali, una frequenza regolare, un assolvimento degli impegni, un comportamento corretto.
    e) I diritti e i doveri degli studenti sono ispirati alla realizzazione del processo formativo degli stessi, nel più ampio spirito di collaborazione delle componenti scolastiche.
    f) Gli studenti hanno diritto di esprimere liberamente le proprie opinioni e il proprio pensiero in ogni forma di comunicazione, nel rispetto di tutte le persone che compongono la comunità scolastica.
    g) L’Istituto favorisce la continuità di legame con gli ex studenti.

  • Regole relative ai ritardi, assenze, uscite anticipate
    a) Gli eventuali ritardi e le assenze dalle lezioni sono giustificati dal Dirigente scolastico o dai professori delegati, ai sensi dell’art. 395 del D. Lgs 297/94.
    b) L’autorizzazione per l’ingresso a scuola dopo le 8.30 verrà rilasciata dal Dirigente scolastico.
    c) L’ingresso alla seconda ora, motivato dall’allievo, sarà rilasciato dal Dirigente scolastico. Non è consentito agli studenti l’ingresso in classe dopo l’inizio della seconda ora di lezione .
    d) I permessi di uscita dalla scuola, prima della conclusione dell’orario scolastico, possono essere concessi dal Dirigente o da chi ne fa le veci, in casi eccezionali , se sufficientemente motivati, e solo se vi sia stato un contatto diretto con i genitori o con chi ne fa le veci.
    e) La presenza degli allievi in tutte le attività che vengono svolte nel contesto scolastico in orario curriculare è obbligatoria. La giustificazione delle assenze deve essere presentata dall’allievo il giorno del rientro in classe, firmata sull’apposito libretto dai genitori(o da chi ne fa le veci)  sia degli alunni minorenni che  maggiorenni.
    f) Nel caso di assenze superiori ai 5 giorni, causate da motivi di salute, la riammissione dello studente in classe è subordinata alla esibizione della relativa certificazione medica.
    g) Nel caso di assenze superiori ai 5 giorni, non imputabili a malattia, si dispensa dal presentare certificato medico previo avviso alla dirigenza.
    h) La giustificazione dell’assenza o la mancata presentazione della giustificazione, verrà annotata dal docente della prima ora sul registro di classe.
    i) Il docente coordinatore segnala alla dirigenza casi di frequenza anomala o non assidua, per gli opportuni contatti con le famiglie.
    l) Un’assidua presenza costituirà elemento positivo ai fini della formulazione del giudizio sulla personalità dell’alunno.

  • Il codice di disciplina con relative sanzioni disciplinari
    La natura della sanzione è educativa e allo studente è sempre offerta, tenuto conto della sua personale situazione, la possibilità di una piena e totale riabilitazione con azioni, comportamenti, atti riparatori e attività rese in favore della comunità scolastica.

  • La conservazione delle aule e delle suppellettili è affidata al senso di responsabilità degli alunni, che rispondono dei danni arrecati personalmente o collettivamente in applicazione della CM 177 del 4/7/75
    Della sospensione superiore a cinque giorni verrà fatta menzione nella pagella scolastica e sul registro generale

  • Fuori dai casi previsti dalla legge come reato e come tali soggetti ad altra fonte normativa e ad altri organi decisionali, le sanzioni irrogabili, di norma, si attengono al principio di riparazione del danno e del rimedio al danno, a seconda della natura dello stesso o dell’oggetto ovvero del soggetto che ne è stato investito.

    La responsabilità è personale ed individuale
    In questo periodo o in altre circostanze la scuola si impegna, nei limiti del possibile, a mantenere i rapporti con lo studente e la sua famiglia.
    Quando per decisione di autorità esterna alla comunità scolastica o quando i servizi sociali, la famiglia o lo studente stesso, ne impediscano il rientro o lo sconsiglino per obbiettive ragioni a rientrare, allo studente stesso è consentito, anche in corso d’anno, iscriversi ad altra scuola.

  • Regole di accesso alle strutture
    L'uscita degli alunni dalle aule deve avvenire secondo i percorsi indicati nelle planimetrie collocate in prossimità delle varie classi.
    L'accesso ai laboratori deve avvenire con ordine e in silenzio.

  •  
  • Regolamento d'Istituto in forma integrale